Caos Hosting: guida alle tipologie di hosting più diffuse

Caos Hosting

Con la nascita del Corporate Blog, la nostra intenzione è quella di tendere una mano ai Clienti nei vari processi che accompagnano la nostra collaborazione e, come molti avranno sperimentato personalmente, una delle fasi più delicate è proprio quella della scelta della tipologia di hosting più adatta alle proprie esigenze.

Infatti, in questo articolo cercheremo di fornire una panoramica di quelle che sono le tipologie di hosting più diffuse e che fanno parte dell’offerta FlameNetworks

  • Quanto costa e che budget ho a disposizione?
  • Quanto traffico mi aspetto?
  • Mi posso permettere tempi di inattività?
  • Ho bisogno di un ambiente di hosting molto sicuro?
  • Che livello di conoscenza server per usarlo?
  • Di quanto controllo sul server ho bisogno?

Queste sono solo alcune delle domande a cui si vorrebbe dare una risposta quando si è in cerca di un hosting.

Prenderemo in esame 5 tra gli aspetti più critici nella scelta del piano hosting: costo, prestazioni, sicurezza, competenze tecniche richieste e controllo sul server.

Ad ognuno di questi assegneremo un valore, da una scala che va da  a   e mostreremo una panoramica di quelli che riteniamo essere i pro e i contro di ogni tipologia di hosting esaminata.

Tipi di servizi di Web Hosting

Per aiutare i Clienti nella scelta della tipologia di hosting più adatta alle proprie esigenze abbiamo pensato quindi di fare una breve panoramica di quelli che sono i principali modelli sui quali si basano gli hosting attualmente in circolazione.

In generale, ci sono quattro diversi tipi di Web Hosting:

Hosting Condiviso

  • costo 
  • performance 
  • sicurezza 
  • conoscenza tecnica richiesta 
  • controllo sul server 

In un ambiente condiviso, i vostri siti web saranno ospitati insieme a molti altri siti all’interno dello stesso server, il cui pool di risorse sarà sempre condiviso tra un numero più o meno alto di altri siti ed applicazioni utilizzati da altri Clienti.

Pro:

  • prezzi bassi se non bassissimi, lo rendono perfetto come piano Entry-Level
  • i Clienti sono slegati da tutta una serie di aspetti tecnici legati all’amministrazione del server

Contro:

  • non si possiede accesso root al server sottostante
  • capacità limitata di gestire picchi di traffico
  • prestazioni buone ma possono essere influenzate dalla presenza di altri siti
  • poca flessibilità nella configurazione del server poiché comune per più siti e Clienti (una modifica a vantaggio di un singolo può portare a problemi per molti)

Server Dedicato

  • costo 
  • performance 
  • sicurezza 
  • conoscenza tecnica richiesta 
  • controllo sul server 

Con questa tipologia di hosting, il Cliente acquista una vera e propria macchina fisica, avendone pieno controllo. Tutto quello che viene posto su tale macchina è ad esclusiva discrezione del cliente e da lui controllato.

Pro:

  • possibilità di accesso root al proprio spazio virtuale
  • maggiore sicurezza
  • maggiore controllo della macchina
  • completa libertà di azione sul server

Contro:

  • può risultare difficile da mantenere per chi non ha molta esperienza tecnica (ma esistono piani managed appositamente pensati per questo tipo di Clienti, dove questo aspetto viene comunque delegato al Provider)

Server Virtuale (VPS)

  • costo 
  • performance 
  • sicurezza 
  • conoscenza tecnica richiesta 
  • controllo sul server 

I VPS sono come per certi versi dei veri e propri server dedicati, l’unica differenza infatti sta nel fatto che mentre con un server dedicato si riceve una vera e propria macchina fisica, nell’ambiente VPS la macchina è virtualizzata su di un’altro server fisico, permettendo di dare comunque ottimi risultati ad un prezzo decisamente inferiore.

Pro:

  • possibilità di accesso root al proprio sistema virtuale
  • maggiore sicurezza
  • maggiore controllo del sistema
  • più economico di un server dedicato
  • stessa libertà di azione che offre un server dedicato

Contro:

  • se non è di tipo managed bisogna avere già un certo bagaglio di conoscenze tecniche come succedeva con i server dedicati

Cloud Hosting

  • costo 
  • performance 
  • sicurezza 
  • conoscenza tecnica richiesta 
  • controllo sul server 

Il Cloud Hosting permette di avere a disposizione non uno ma un’intera rete di server. Tale modello permette ai vari server che compongono il Cloud di lavorare insieme per avere una capacità di calcolo e quindi di gestione di picchi pressoché infinita.

Pro:

  • più server a disposizione per gestire picchi di traffico ingenti
  • persino più potente di un server dedicato, all’occorrenza
  • geo-distribuzione dei siti
  • possibilità di pagare solo quello che effettivamente viene usato

Contro:

  • rispetto ad un dedicato o una VPS offre meno possibilità di personalizzazioni

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.