Come Creare un Contenuto Risorsa

Come-creare-una-risorsa-web

Come creare una risorsa web

Si parla tanto di content marketing, pubbliredazionali, piano editoriale e linea editoriale, ma dando per scontato che i contenuti sono importanti, qual è il vero motivo che giustifica quest’assunto?

Perché i contenuti sono importanti?

Lasciando stare tutta la parte transazionale, quella più legata al mondo dell’e-commerce, i motivi sono principalmente 3:

  • Informano
  • spiegano
  • emozionano

Informazione

Le persone hanno un bisogno naturale di sentirsi informati. Molti utenti appena accendono il computer sono abituati ad aprire Google News o il sito del loro giornale preferito per “aggiornarsi” su quello che succede. In questo caso il contenuto risorsa è chiamato “diamante” dai giornalisti.

Un Diamante è per sempre, nel senso che aggrega le principali informazioni su di un topic specifico. Immagina ad esempio un caso di cronaca nera come una madre che uccide suo figlio. Su casi del genere si scrive per mesi. Tra interviste, analisi e congetture varie, parliamo di decine di articoli. Qui un diamante è un documento web riassuntivo di tutto il fatto di cronaca, quindi giocoforza un contenuto lungo, con al suo interno una buona serie di rimandi ipertestuali agli articoli principali in cui si parla dello sviluppo della vicenda. Il diamante potrebbe ad esempio essere ottimizzato per “omicidio Cogne”, mentre i singoli articoli potrebbero essere taggati per “Annamaria Franzoni”, per fare un esempio.

How To

I contenuti più interessanti per il posizionamento organico sono senza dubbio quelli che spiegano “come si fa” qualcosa. Interessanti perché rispondono ad una domanda precisa legata ad una necessità immediata. Devo capire come disinstallare un software da Ubuntu, ma non so come fare… il solito Salvatore Aranzulla risponderà immediatamente con un contenuto del suo blog posizionato meglio del forum ufficiale di Ubuntu. Il contenuto risorsa qui è la guida definitiva passo passo su come curare tutti gli aspetti intorno ad un oggetto di conoscenza.

Se ad esempio hai in mente WordPress, la nota piattaforma per realizzare siti web, un normale contenuto guida potrebbe ad esempio spiegare come si utilizza il plugin “wordpress SEO by Yoast”, mentre un contenuto risorsa potrebbe essere la guida completa per il settaggio di TUTTI i plugin SEO per wordpress. Un documento web ancora una volta molto lungo e circostanziato, che per sua natura si presta anche alla conversione in formato PDF. Per altro ho saputo da poco che il PDF è la 4 religione più diffusa al mondo, quindi mica si scherza su questo formato per i documenti!

come convertirsi al PDF

come convertirsi al PDF

Storytelling

L’altra metà della luna non può e non deve essere sottovalutata, perché le persone hanno bisogno di emozioni, così come hanno bisogno di sentirsi informati o di una (buona) guida per risolvere un problema pratico. Le emozioni contano quanto il resto, spesso di più. Vorrei che tanti colleghi SEO ci riflettessero un momento. Lo storytelling non è uno scherzo e quando Rudy Bandiera ne parla seduto sul suo divanone, dovremmo tutti starlo a sentire un po’ di più. Una buona storia attira segnali come link e menzioni verso i quali Google è sempre più sensibile, soprattutto se riesci a inserirla in un buon contesto, magari tale da generare segnali specifici, cioè provenienti da “certe” persone, visibili su “certi” siti web.

In quest’ultimo caso una risorsa è un contenuto che racconta un “fatto” dandogli i connotati di un racconto, magari coinvolgendo altri nomi illustri attraverso le menzioni. Penso allo stile di Simone Righini o (nel mio piccolo) ai connotati che cerco di associare a certe cose che scrivo. In ogni caso, come fa notare lo stesso Simone, ci sono commenti che da soli fanno la differenza, anche lato SEO. 

Vale la pena ragionarci sopra. 🙂

One Response

  1. Niko 14/08/2015

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.