Come Gestire i Redirect 301 in Caso di Migrazione

redirect-301

Se devi affrontare la migrazione da un server a un altro o devi semplicemente spostare il tuo sito web su di un altro dominio, ricorda di effettuare i redirect 301 in modo corretto, altrimenti rischi di perdere traffico organico.

Se non gestisci opportunamente i reindirizzamenti dal sito vecchio al nuovo puoi incorrere nei seguenti problemi:

  1. Contenuti già indicizzati possono generare il famoso errore 404 (contenuto non trovato)
  2. I contenuti del nuovo sito, non godranno del vantaggio acquisito nel tempo

Questi problemi vengono evitati gestendo i redirect 301 che invia a Google l’informazione che il contenuto presente in una pagina è stato spostato su di un’altra.

Questo tipo di reindirizzamento piace molto al motore di ricerca che leggendo l’indicazione “trasferisci” sposta il Page Rank dal vecchio al nuovo contenuto / sito web.

Solitamente questo passaggio dal vecchio al nuovo risultato in serp può avvenire in un paio di mesi circa a seconda di vari fattori come lo sviluppo complessivo della struttura del sito e la sua popolarità in senso ampio.

Il contenuto vecchio verrà deindicizzato (non sarà più visibile la sua copia cache) e verrà sostituito con il nuovo.

301-divertente

Un buon utilizzo del redirect 301 riguarda il fatto che spesso i siti web vengono indicizzati sia con WWW che senza. In questo caso suggeriamo di far puntare tutti i contenuti al sito nella versione con WWW e di non lasciare la doppia indicizzazione per evitare di disperdere page rank.

Come si fa il redirect 301?

Vediamo ora i principali casi di utilizzo di questa funzione

Redirect 301 in linguaggio PHP

<?php

Header( “HTTP/1.1 301 Moved Permanently” ); 

Header( “Location: http://www.nuovosito.it” ); 

?> 

Lo sript serve a reindirizzare la vecchia pagina web a quella nuova.

Redirect 301 in linguaggio ASP

<script runat=”server”>

private void Page_Load(object sender, System.EventArgs e)

{

Response.Status = “301 Moved Permanently”;

Response.AddHeader(“Location”,”http://www.nuovosito.it”);

}

</script>

Redirect 301 in Coldfusion

<.cfheader statuscode=”301″ statustext=”Moved permanently”>

<.cfheader name=”Location” value=”http://www.nuovosito.it”>

Redirect 301 con mod_rewrite

La soluzione consigliata richiede del modulo mod_rewrite e l’accesso al file htaccess

<IfModule mod_rewrite.c>

RewriteEngine On

RewriteBase /

RewriteCond %{HTTP_HOST} !^nomesito\.it [NC]

RewriteRule ^(.*)$ http://nomesito.it/$1 [L,R=301]

Redirect /htaccess-url-redirect.html http://www.nomesito.it/index.html

</IfModule>

Redirect 301 in caso di vecchi siti migrati

Inserendo questo script nell’htaccess del vecchio dominio ottieni un reindirizzamento al nuovo.

<IfModule mod_rewrite.c>

RewriteEngine On

RewriteRule ^/(.*)$ http://www.nuovosito.it/$1 [R=301,L]

</IfModule>

Con questo script puoi gestire i reindirizzamenti dei sottodomini

<IfModule mod_rewrite.c>

RewriteEngine On

RewriteCond %{HTTP_HOST} (.*)\vecchiosito\.it

RewriteRule ^(.*) http://www.nuovosito.it/$1 [R=301,L]

</IfModule>

Spesso capita che effettuando una migrazione da un server ad un altro, si riscontrano cali di visite. A ragion veduta di questo articolo, la domanda è: come hai gestito i reindirizzamenti?

36 Commenti

  1. roberto 20/02/2015
    • Fabrizio Leo 21/02/2015
  2. ele 20/02/2015
    • Fabrizio Leo 21/02/2015
  3. Mauro Marchetti Photographer 11/03/2015
    • Fabrizio Leo 13/03/2015
  4. Damiano 25/03/2015
    • Fabrizio Leo 26/03/2015
      • Damiano 26/03/2015
  5. matteo 25/03/2015
    • Fabrizio Leo 26/03/2015
      • matteo 26/03/2015
        • Fabrizio Leo 26/03/2015
          • matteo 26/03/2015
          • Fabrizio Leo 27/03/2015
  6. Corrado 28/03/2015
    • Fabrizio Leo 30/03/2015
      • Corrado 30/03/2015
        • Fabrizio Leo 31/03/2015
  7. Ema 16/04/2015
    • Fabrizio Leo 16/04/2015
  8. Ema 17/04/2015
    • Fabrizio Leo 18/04/2015
  9. Pino 18/06/2015
    • Fabrizio Leo 19/06/2015
  10. Giuseppe 30/10/2016
  11. Antonietta Barbaro 09/04/2017
    • Fabrizio Leo 15/06/2017
  12. Roberta 10/06/2017
    • Roberta 10/06/2017
    • Fabrizio Leo 15/06/2017

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.