Diventare consulente web marketing

Diventare consulente di web marketing

Diventare consulente di web marketing

Oggi vorrei provare a dare un suggerimento a quanti hanno scelto di intraprendere la strada della comunicazione business sul web per conto di terzi e/o per loro stessi. Come si fa a diventare consulenti di web marketing?

Spero veramente che questo articolo non generi polemiche, perché mi rendo conto che sto per dire qualcosa di inaccettabile o quantomeno scomodo per molte realtà che in questo momento fanno soldi a palate vendendo master e corsi di formazione in area web marketing. È la mia opinione e ora te la dico.

Chi è il consulente di web marketing

Un consulente di web marketing è come un direttore d’orchestra. Suona molto bene almeno uno strumento e scrive per tutti, tenendo insieme i musicisti e consentendogli complessivamente di suonare. Uscendo dalla metafora musicale, un consulente di web marketing deve avere padronanza di almeno uno degli strumenti che servono a fare marketing online e deve essere in grado di coordinare le attività di tutte le altre figure impegnate in un progetto di marketing digitale.

Sarebbe quindi opportuno operare per qualche anno in un ambito preciso del web marketing, ad esempio, come SEO, o come social media manager, o nell’email marketing o nelle campagne sponsorizzate, specializzandosi in una direzione e “osservando” le altre.

Invece cosa succede?

Mi capita spesso di rispondere alle grida d’aiuto dei “masterizzati di ritorno”, persone a cui viene detto che per diventare consulenti di web marketing occorre un master e poi uno stage. Secondo me studiare web marketing partendo da zero è un po’ come pretendere di studiare direzione d’orchestra al primo anno di conservatorio. Finisci a gambe per aria, tu e i tuoi clienti.

Una strategia completa richiede esperienza specifica, posso chiedere a Dario Ciracì di disegnarne una, posso chiederlo a Luca Bove, a Riccardo Esposito, a Giorgio Tave, a Skande, che sono ciascuno esperti prima in un ambito preciso e poi di web marketing, ma non posso pensare che una persona possa fare un lavoro simile dopo aver frequentato un master o senza avere skills solide quantomeno in un’area.

E quindi?

Ora lo dico: non puoi imparare il web marketing, perché il web marketing non può essere insegnato. Al web marketing si arriva partendo dalla pratica di uno dei suoi strumenti, quindi è da lì che devi cominciare e se non sai su quale strumento concentrarti, invece di iscriverti ad un master per scoprirlo, consulta qualche blog… costa meno e il risultato è grossomodo lo stesso.

I migliori che conosco

Se hai mai letto il mio Seogarden, sai che ogni lunedì esce l’intervista ad un SEO professionista e che una delle cose che chiedo sempre è “come hai cominciato”. C’è chi ci si è trovato per caso e chi è ci andato giù con le migliori intenzioni, ma una cosa che accomuna tutti è la passione. All’improvviso scopri che c’è questa cosa e ti accorgi che ti piace proprio tanto. Tutto qui, semplicissimo. Cominci a farlo perché ti piace e non riesci più a smettere.

Domanda: ti servono davvero 900 ore di master per appassionarti alla materia?

Me lo chiedo considerando che le persone ci si iscrivono pagando somme importanti solo per avere una panoramica complessiva in base alla quale scegliere una direzione o l’altra. È un turismo digital che genera operatori più confusi che appassionati.

A questi operatori mi rivolgo, perché credo corrano un rischio grande, quello di ritrovarsi esperti “certificati” di qualcosa che non conosceranno mai.

2 Commenti

  1. Giandomenico 12/01/2016
  2. FabrizioMaina 12/01/2016

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.