Il pannello di controllo della soluzione di Cloud Hosting di FlameNetworks

Negli scorsi articoli abbiamo accennato più volte alla gestione del nostro Cloud Hosting tramite un pannello di controllo specifico che permette di eseguire diverse operazioni “estranee” a quelle che siamo abituati vedere in un pannello di controllo per webhosting. Oggi con questo articolo vediamo di scoprire meglio come è fatto il pannello e come si utilizza.

Il Cloud Hosting è un servizio pensato per offrire scalabilità, quindi per prima cosa, una volta avuto accesso, la prima pagina ci presenta una serie di informazioni relative proprio al consumo di FCU del nostro account:

Cloud Hosting

 

Come si vede i grafici sono tarati in base all’unità di misura della FCU: in ogni momento possiamo accorgerci se il nostro sito sta consumando un quantitativo di FCU incluso nel nostro piano o se ne stia consumando in eccesso. Quantità che verrà tariffata a parte.

Una volta cliccato sulla voce “Websites & Domains” entriamo nella parte operativa del pannello di controllo, dove è possibile gestire i singoli siti web già presenti o aggiungerne di nuovi, registrando o trasferendo il dominio. A fianco ad ogni sito troviamo le impostazioni di gestione dello stesso: dalla modifica dei record DNS alla gestione della Time Machina, la funzionalità che permette di recuperare i backup precedenti del nostro sito ed eseguirne il ripristino.

CloudHosting

 

Cloud Hosting FlameNetworksVi sono ovviamente funzionalità che non siamo abituati a vedere in un comune pannello di controllo come la possibilità di spostare il nostro sito su un server differente all’interno del cluster del servizio di Cloud Hosting. Lo stesso possiamo dire nel caso del comando “Change Environment” che consente invece di modificare la versione di PHP installata all’interno della propria istanza cloud.

Cloud Hosting

 

Nei prossimi articoli vedremo in dettaglio le singole funzionalità. Per chi volesse maggiori informazioni sul servizio di Cloud Hosting è possibile consultare le FAQ all’interno della sezione dedicata. 

 

 

 

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.