Quanto Devo Farmi Pagare all’Inizio?

Quanto devo farmi pagare

Quanto devo farmi pagare?

Domanda secca, alla quale mi fa piacere provare a rispondere dal momento che in tanti tra gli operatori del web chiedono suggerimenti su come comportarsi soprattutto quando sono alle prese con le prime commissioni importanti. Insomma, hai studiato tanto e finalmente ti senti pronto a metterti in gioco, a lanciarti nella mischia… fosse solo per vedere com’è e come ci si sente.

Te lo dico io come ci si sente, all’inizio sei emozionantissimo, contento, ma soprattutto ti freghi dalla paura perché senti il peso della responsabilità. Sì, se mi guardo un attimo indietro, ricordo con tenerezza quella sensazione. Ero pronto a fare del mio meglio in quanto SEO (all’epoca facevo anche siti web) ed ero pronto a fare le ore piccole per risolvere un problema. Era bello sì,  e costavo pochissimo.

Il primo cliente

Come dimenticarlo. Era il 2008, tipo febbraio. Fummo contattati dal titolare di una società che aveva l’esclusiva in Campania per la commercializzazione della sigaretta elettronica. Gli realizzammo il sito web (un e-commerce) e gli curammo la SEO per un anno, tutto a 100 euro al mese. Starai pensando che ci siamo svenduti, in realtà la questione è un’altra, cioè che bisogna pur cominciare e quello che hai studiato non conta niente quando sei là fuori, perché comunque non sei mai veramente pronto, figurati all’inizio.

Avremmo dovuto rifiutare l’offerta? No, perché per noi voleva dire “esperienza”, mentre il cliente ha pagato il giusto per un servizio che oggi definirei approssimativo. Effettivamente un servizio che valeva 100 euro al mese, non un centesimo di più.

Svendersi o imparare?

Qualche giorno fa, leggevo una discussione sui Fatti di SEO, in cui un utente auto definitosi “SEOfita” chiedeva indicazioni su quanto farsi pagare per seguire il web marketing di un progetto. A fronte di diversi suggerimenti (pure sensati) che indicavano cifre ragionevoli, ma da professionista esperto, l’utente ha detto che al massimo avrebbe ottenuto una cifra molto più bassa, ma che forse gli stava anche bene. «Non ti svendere!» gli hanno detto in coro gli strenui difensori dei diritti dei web marketer. Io invece dico che farsi pagare poco all’inizio non è svendersi, ma serve ad imparare. 

Per altro non c’è sfruttamento del lavoro se vieni pagato troppo poco per occuparti di un ambito che secondo coscienza sai di non padroneggiare. Se ti interessa entrare davvero nel mondo della SEO o del web marketing in generale, devi sicuramente prepararti attraverso una lunga fase di test su progetti personali, dopodiché non c’è modo migliore per crescere, che prendere lavori a buon mercato, per lo meno finché non hai sviluppato una serie di pratiche che producono buoni risultati nella maggior parte dei casi. Ti suggerisco di muoverti così per i primi tempi.

Ok, ma quanto dura la gavetta?

Questa è una domanda alla quale ogni operatore professionista potrà rispondere secondo la sua esperienza (e li invito a farlo con un commento). Innanzitutto vorrei precisarti che per me finire la gavetta non significa “essere arrivati”, ma essere riconosciuti in virtù della qualità del proprio lavoro e in base a questo, riuscire a farsi pagare decorosamente. Lo sappiamo bene ormai, che qui non si arriva mai e che anzi, sarebbe un peccato se ciò accadesse. Puoi metterci un paio d’anni se sei parecchio sveglio, oppure di più in base alle competenze che riesci ad acquisire, ma anche alle relazioni che stabilisci. 

Sì, il social graph non incide solo sul ranking in serp, ma anche direttamente nella tua vita lavorativa, ma questo è facile da intuire. Se vuoi fare presto, devi essere preparato da un lato e saper stare con gli altri dall’altro, insomma, impara a fare il tuo mestiere e a cogliere le occasioni.

Conclusioni

Si dice che se non hai almeno 5 anni di esperienza non ne hai viste abbastanza. Io credo che la preparazione di un operatore dipende da tanti fattori e che la storia di ciascuno sia un caso a sé, ma in linea di massima posso essere d’accordo con quest’affermazione. 

Tu che ne pensi? Quanto tempo occorre per diventare un professionista del web?

4 Commenti

  1. Riccardo 23/06/2015
  2. Daniele 23/06/2015
    • Giovanni 24/06/2015
  3. Maddalena 24/06/2015

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.