Il Mondo visto dal Signor Distruggere

Vincenzo Maisto è il Signor Distruggere, una di quelle persone che all’inizio ti fanno solo ridere a crepapelle, poi ti portano inevitabilmente a riflettere sul periodo storico in cui viviamo e sulle possibilità che ci vengono offerte su di un piatto d’argento, mentre stiamo lì a pensare come cambiare le cose.

il signor distruggere

il signor distruggere

 

Come sempre le porte del mondo nuovo si aprono per caso. È quando senti ridere forte chi hai vicino che ti incuriosisci, non quando lo senti lamentarsi. Ridere avvicina le persone, quindi ridi! Oggi ti voglio parlare di una pagina facabook con più di 700.000 fan, quella del Signor Distruggere. La pagina condivide per lo più screenshot recuperati da gruppi segreti in cui puoi leggere storie più o meno assurde, spesso inverosimili eppure (probabilmente) reali, messe online dalla classica casalinga di Voghera o magari dalla tua insospettabile vicina di casa.

A rendere questi post “virali” è quel brivido di tensione che ti percorre la schiena nel realizzare come lo slancio evolutivo che ci porta a ragionare di viaggi verso Marte, venga controbilanciato da una forte e primitiva pulsione verso dettami culturali che pensavamo ormai sopiti nell’evolutissimo occidente.

Insomma, ieri in televisione passava la notizia che dall’anno prossimo le donne in Arabia Saudita potranno guidare l’auto. Vedi una notizia simile e pensi di essere figlio di una cultura più evoluta e consapevole, ma la cultura in quanto tale è un concetto sfuggente e fortemente disomogeneo… a dimostrarlo c’è il successo di una pagina Facebook che va avanti da sola, senza sponsorizzazioni e crescendo a rotta di collo!

 

Il peggio è un’opportunità

Maisto ha semplicemente cominciato a raccogliere segnalazioni di assurdità in formato digitale e condividerle in modo sistematico. Ecco come le “Mamme pancine”, un gruppo segreto partecipato da donne con abitudini gestazionali singolari, diventano intrattenimento puro, così come il fortunato romanzo a puntate “Timidamente amore” è ormai un appuntamento settimanale irrinunciabile, ripreso da video parodie con decine di migliaia di visualizzazioni, precedute sul blog di Misto da annunci pubblicitari.

Dunque per guadagnare con il web non è necessario cambiare il mondo, basta raccontarlo com’è, cercando le storie migliori o peggiori a seconda dei punti di vista. Ho contattato Vincenzo perché volevo saperne di più, ottenendo le risposte stringate che ho il piacere di condividerti:

 

1) Ciao Vincenzo quali sono i tuoi attuali focus editoriali?

Per quanto riguarda il blog sono variabili e dipendono dalle segnalazioni che arrivano in posta. Adesso abbiamo tre rubriche settimanali fisse, basate sugli screenshot di gruppi segreti Facebook e due ricorrenti slegate dal resto.

 

2) Ti va di raccontarci come è nato il Signor Distruggere?

È spiegato molto esaustivamente nel libro “Distruggere i sogni altrui esponendo la realtà oggettiva”, non voglio rovinarvi tutto con gli spoiler.

 

3) Usi le sponsorizzazioni su Facebook o la pagina va avanti da sola?

Va avanti da sola.

 

4) Qual è il tuo segreto per la comunicazione virale?

Diventa virale il peggio, quindi ho il merito di saper scavare bene sul fondo del barile.

 

5) Come accidenti fai a trovare i gruppi segreti come quello delle Mamme Pancine?

Si basa tutto sulle segnalazioni. Tu leggi qualcosa di buffo, fai lo screen e me lo mandi. Io valuto se pubblicarlo oppure no. Personalmente non sto in nessun gruppo, né posso garantire per la veridicità degli screen, visto che chi manda i testi alle amministratrici resta nell’anonimato e non possiamo dunque sapere se si tratti di una persona vera o di un troll.

 

6) Quante ore al giorno dedichi al progetto e con quali risultati?

Un’oretta. Risultati? In termini di followers c’è ancora crescita.

 

7) Per concludere, che lavoro farai “da grande”?

L’animatore nei cimiteri.

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.