WordPress 4.9 disponibile al download e prova sul campo

WordPress 4.9 è stato rilasciato stanotte alle 2, ora italiana. Da oggi quindi è possibile aggiornare i siti web all’ultima versione o scaricare la release direttamente dal sito ufficiale a questo indirizzo.

La versione WordPress 4.9 propone molte novità, tra cui una nuova gestione delle bozze del tema principale e un nuovo editor per temi, plugin e CSS, che vogliamo mostrarvi direttamente con la nostra prova sul campo.

WordPress 4.9 più da vicino

Tra le novità più importanti di questa nuova versione c’è sicuramente quella del nuovo editor che permette di modificare i file di temi e plugin, in modo più semplice, efficiente e sicuro. A questa grossa modifica la comunità di WordPress è arrivata dopo aver notato che, con l’editor inserito fino a WordPress 4.8.3, gli utenti generavano molti errori nei propri siti web. Questo perché l’editor di vecchia generazione rendeva troppo semplice modificare i vari file di template e plugin.

Protezione per errori di codice

Per risolvere tutto ciò, il team di sviluppo, ha inserito una protezione per gli errori cosiddetti fatali: con WordPress 4.9 quando un utente accede all’editor di un tema o plugin, il sistema mostra un avviso:

 

Ovviamente non è con un semplice avviso che la comunità di WordPress si aspetta di migliorare la situazione, infatti, è stato inserito un blocco del salvataggio nel momento in cui il codice modificato non è corretto: a questo punto WordPress 4.9 avvisa l’utente e blocca le modifiche a meno che non sia consapevole di ciò che sta facendo:

Nuovo editor di codice

Oltre a questi avvisi il nuovo editor, motorizzato da CodeMirror (editor di testo open-source in Javascript), aggiunge anche i numeri di riga e i suggerimenti del codice stesso:

Nuovo editor temi

L’editor dei temi poi dà la possibilità di salvare le modifiche in bozza oppure di programmare le stesse in modo tale da farle “uscire” in un secondo momento, un po’ come si fa con gli articoli stessi di WordPress.

Per farlo basta andare nella sezione personalizza di WordPress, fare le modifiche del caso e cliccare poi sul pulsante pubblica in alto, oppure sull’ingranaggio. A seguire vi mostriamo le varie possibilità partendo dalla semplice pubblicazione:

Salvataggio in bozza:

Pianificazione delle modifiche:

Nuovo Widget e ultime novità

Per quanto riguarda le ultime novità, abbiamo un paio di miglioramenti nella sezione Widget dove ne è stato aggiunto uno dedicato alla Galleria immagini:

poi è stato aggiornato il widget Testo con l’aggiunta dell’ormai famoso tasto “aggiungi media”:

Infine, è possibile disabilitare la gestione del codice di temi e plugin tornando come se fossimo alla versione 4.8.3, semplicemente andando a disabilitare la voce dedicata nel proprio profilo utente di WordPress:

Conclusioni

Insomma davvero grosse novità da parte degli sviluppatori di WordPress che hanno aggiunto delle features molto comode con uno sguardo anche alla sicurezza.

Noi di FlameNetworks siamo ovviamente ben consapevoli che un semplice avviso non impedirà comunque agli utenti di creare errori sul proprio sito web, con la conseguenza di avere delle White Screen of Death, ma è sicuramente un inizio ed un enorme miglioramento: l’avviso e successivamente il blocco del salvataggio, potrebbero essere un punto di partenza per sviluppare dei sistemi ancora più efficaci in futuro.

WordPress come sappiamo è un sistema molto semplice che da la possibilità di creare siti web anche a chi non è addetto ai lavori. Per questo motivo siamo contenti che siano stati inserite queste features che consentano all’utente di “capire quello che sta facendo” in modo tale da ridurre al minimo, gli errori.

Per scaricare WordPress 4.9 potete cliccare qui per la versione italiana oppure qui per la versione inglese. Se invece avete acquistato un nostro piano di Hosting WordPress, la nuova versione è già disponibile e pronta all’installazione.

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.