Forum e social network, guerra aperta?

Qualche giorno fa mi è arrivata un’email dal Forum GT in cui si annunciava uno sfoltimento delle categorie in favore di una migliore fruibilità dei contenuti. In particolare la comunicazione era motivata dal fatto che i forum fissano la conoscenza, mentre i social sono particolarmente volatili e per loro natura favoriscono le approssimazioni. Mi sembra un bel tema su cui fare il punto.

forum o social?

forum o social?

 

La questione odierna riguarda il rapporto tra forum e social network, in particolare rispetto ai gruppi facebook che negli ultimi anni sembrano andare per la maggiore. Ora mi rendo conto che in quanto amministratore di uno dei gruppi più seguiti su facebook in ambito digital, posso sembrare di parte e in effetti lo sono, tuttavia vorrei provare a confrontare lucidamente le due modalità di interazione ed esprimere alla fine di questo articolo il mio pensiero sui motivi per cui una sia o no migliore dell’altra.

 

Perché frequentare i forum

I forum sono il luogo (la piazza) virtuale in cui il sapere rimane cristallizzato in thread che possono posizionarsi su Google diventando reperibili per future ricerche. Il fatto indubbiamente positivo è che offrono agli utenti una struttura di navigazione tale da consentire loro di entrare direttamente nelle categorie di interesse, evitando di leggere un wall infinito di thread poco rilevanti prima di trovare la risposta al loro problema.

I forum sono anche spesso gestiti da più moderatori, ciascuno competente per un ambito preciso. Significa dunque che sai di poterti rivolgere a quel moderatore in particolare per quanto riguarda un argomento specifico.

Infine i forum permettono l’approfondimento. Giacché infatti il thread permane come risultato di ricerca, chi partecipa è certamente più invogliato a investire il proprio tempo per produrre un contenuto di valore, fosse solo per aumentare il proprio prestigio e la propria visibilità nella community.

 

Perché frequentare i social network

Forse la domanda opportuna sarebbe “come evitare di farlo”. Basta avere un profilo su facebook per cadere nell’agone delle notifiche e ritrovarsi nello stato di dipendenza psicofisica che ti porta a controllare lo smartphone 200 volte al giorno. Il lato estremamente positivo è la velocità di accesso all’informazione. La dipendenza di cui sopra porta realmente le persone ad essere “always on”, perennemente e instancabilmente presenti a qualunque sollecitazione. Sì, facebook ci ha reso tutti come il famoso cane degli esperimenti di Pavlov, ma se hai qualcosa da chiedere, qualcosa di urgente, sai che entro pochi minuti qualcuno ti darà una risposta, spesso valida.

I gruppi su facebook seguono la logica di flusso. Non c’è una ripartizione a monte strutturata in menu dei topic, ma c’è (giuro che esiste) un motore di ricerca interno che funziona benissimo, facendoti accedere allo storico delle conversazioni su di un argomento, che su un gruppo da migliaia di interazioni al giorno è davvero tanta roba.

 

I problemi di social e forum

Certo il flusso di cui sopra e l’onnipresenza tipica dei tempi in cui viviamo porta spesso a due conseguenze negative:

  1. Spesso le risposte nei gruppi su facebook sono veloci e approssimative
  2. Talvolta si partecipa solo per prendere clienti

Questo secondo punto merita una riflessione a parte. È certamente ingiusto dire che chi crea gruppi su facebook o vi partecipa lo faccia solo per il proprio tornaconto personale, tuttavia è proprio la velocità a cui siamo costretti da questo medium a nascondere le insidie dei venditori mannari, degli spammer seriali e dei semplici maleducati. È vero che sui forum è più facile moderare gli opportunismi fini a se stessi, ma solo perché in questo momento i grandi forum non fanno il traffico dei grandi gruppi. Vorrei vedere i moderatori dei forum a gestire migliaia di interazioni al giorno e continuare a dire che va tutto benone.

Dire ancora che i gruppi su facebook sono il regno dell’opportunismo, mentre i forum sono quello della conoscenza è possibile, ma occorrerebbe dire che nei forum non si sono mai affacciati gli elementi tossici di cui sopra. In questo momento storico è chiaro che gli spammer sono più presenti nei gruppi facebook, ma se i forum tornassero in auge, cosa credi che succederebbe?

Ma poi, quando i forum erano i FORUM, non ti è proprio mai capitato di leggere spam sui thread più affollati? Ce la vogliamo mettere una mano sulla coscienza o no? Il problema spam/opportunismo non è legato piattaforma, ma al traffico. I borseggiatori frequentano i mercati affollati, non le piazze semivuote. Un bravo moderatore fa il suo lavoro su qualunque piazza.

 

Conclusioni

Dunque, meglio i forum o i gruppi su facebook? La verità è che ritengo talmente triste e infantile questo interrogativo che quasi mi secca dover dire la mia. Ma per quale accidenti di motivo dobbiamo scegliere l’una o l’altra piattaforma? Perché l’una deve escludere l’altra? Non potremmo semplicemente utilizzare di volta in volta un gruppo od un forum a seconda del tipo di problema e dell’urgenza che abbiamo? Chi dice cose spiacevoli a sfavore dell’una o dell’altra piattaforma per portare acqua al suo mulino è spesso una persona triste ed evidentemente troppo preoccupata per cogliere le opportunità dell’epoca in cui viviamo.

Ed è un peccato, perché si finisce a dividere in fazioni ciò che dovrebbe essere patrimonio di tutti.

La conoscenza con-divisa.

 

One Response

  1. Ilario Gobbi 16/07/2019

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.