Posizionarsi su Amazon? Ecco come

Amazon è il più grosso e importante sito ecommerce dell’occidente e con buona probabilità del pianeta. Per quanto quest’affermazione lasci intendere un grande interesse da parte di Bezos per le vendite online, scavando neanche troppo nei cassetti dell’azienda scopriamo interessi finanziari cha vanno dall’home entertainment, alla domotica fino ai viaggi spaziali, quindi tanta tanta roba. Oggi parliamo di posizionamento sul motore di ricerca interno di Amazon come canale strategico di marketing per aziende nel commercio elettronico.

SEO per Amazon

SEO per Amazon

 

In questo panorama così ampio, rispetto al quale probabilmente conosciamo solo una piccola parte degli interessi in gioco, i SEO stanno già riflettendo da tempo sulle caratteristiche del motore di ricerca di Amazon. I test condotti e tutte le osservazioni riportate dai colleghi riguardano l’individuazione dei fattori di ranking per Amazon, ma prima di dirti quali sono, facciamo un passo indietro e chiediamoci il motivo di questo interesse per il posizionamento su Amazon.

 

Perché fare SEO per Amazon

Amazon è la piattaforma su cui avvengono la maggior parte degli acquisti online, ma è anche quella su cui tanti vendor pubblicano esattamente lo stesso prodotto. Essere visibili su Amazon non significa ottenere visualizzazioni e non significa fare awarness. Significa vendere. L’unico problema è che Amazon non regala niente, infatti il costo della transazione mediata attraverso Amazon è elevato e per molti scoraggiante.

Ma per capire bene come muoversi, occorre inquadrare la differenza principale tra Google e Amazon rispetto al motore di ricerca. Mentre Google ha interesse a ottenere click sulle pubblicità, Amazon vuole vendere prodotti. Questo semplice passaggio racchiude e condensa buona parte delle riflessioni sulle differenze di peso tra fattori di ranking per Google e per Amazon.

Intanto le elaborazioni di Google sono molto più complesse, perché devono tenere conto della tecnologia del sito web, del server su cui è ospitato, dei livelli di profondità della scansione, dunque della quantità e qualità dei percorsi interni, della user experience, del profilo backlink e POI dei contenuti. Amazon invece non è costretto a fare tutte le valutazioni di Google perché i prodotti si trovano tutti inseriti nella stessa struttura di scansione, hanno tutti la stessa interfaccia, gli stessi dati strutturati.

Da questo capiamo che la SEO per Amazon è estremamente meno complessa di quella per Google. Per fare un buon lavoro basterà concentrarsi su ciò che si vede, senza aprire il cofano e agire sul motore, come invece sono costretti a fare i SEO più tecnici. Di conseguenza per fare SEO su Amazon non serve un SEO, perché basta focalizzare l’attenzione su tre punti:

 

Descrizione prodotto

Su Amazon conta molto l’ottimizzazione di superficie. Non faticherai a trovare prodotti rispetto ai quali non si capisce la compatibilità con altri, semplicemente perché queste informazioni vengono omesse. Su dieci lenti universali UGUALI per la fotocamera dello smartphone, gli utenti compreranno quelle su cui c’è scritto che sono compatibili con il loro iphone 6 o con il loro OnePlus 5. Da questo punto di vista Amazon è un autentico colabrodo in cui è facilissimo imbattersi su sfilze interminabili di prodotti uguali che hanno esattamente la stessa descrizione. Ed è carente.

 

Recensioni

Ormai diciamo da tempo che Amazon è un social commerce. Gli utenti comprano più frequentemente i prodotti sui quali esistono più recensioni esplicative. Se tra queste recensioni qualcuno si ricorda di menzionare il tuo brand è ancora meglio.

 

Prezzo

Il prezzo è la vera nota dolente di Amazon. È difficile tenerlo basso considerando la quota che Amazon richiederà per ciascun articolo venduto, tuttavia lo sforzo in questo senso è da considerarsi un investimento strategico utile a farsi conoscere, a creare una base di clienti affezionati e intenzionati ad acquistare ancora presso quel negozio. Magari addirittura a visitare il sito web. Per dirla tutta, tra i tre fattori di ranking sopra citati, il prezzo è il meno importante. Non è raro infatti che le persone siano disposte a pagare di più per lo stesso prodotto, semplicemente perché è descritto in modo più accurato (a partire dal nome prodotto) o perché le recensioni raccomandano quel certo venditore.

 

Amazon per uscire da Amazon

E mi raccomando, mentre lavori sui fattori di ranking per Amazon, non lasciare il tuo sito web a svernare. Tante volte mi sono ritrovato a visitare il sito ecommerce di un venditore intercettato su Amazon e francamente, nonostante sul sito web aziendale i prezzi fossero più bassi, ho preferito tornare su Amazon e spendere di più per lo stesso prodotto venduto dalla stessa azienda, semplicemente perché il sito web era terrificante.

Insomma, non lamentarti se Amazon costa troppo, quando il tuo sito ecommerce sta in piedi per caso.

A buon “imprenditor” poche parole.

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.