Quattro webmail alternative a Gmail | FlameNetworks Blog

Gmail, il noto servizio di posta elettronica di Google, negli ultimi anni ha quasi cannibalizzato il mercato del servizio e-mail, grazie alla sua interfaccia pulita e senza tanti fronzoli. Dovete sapere però che quello del colosso di Mountain View, non è l’unico servizio di posta elettronica gratuito ma ci sono delle alternative a Gmail altrettanto efficienti. In questo articolo ne vedremo principalmente quattro e poi andremo a stilarvi anche una piccola lista di quelli che riteniamo validi.

Roundcube

Alternative a Gmail RoundCube

La nostra prima scelta è sicuramente Roundcube, un moderno client di posta elettronica via web che si può tranquillamente utilizzare su tutti i nostri hosting visto che funziona molto semplicemente con un server LAMP (Linux, Apache, MySQL e PHP). È dotato di un’interfaccia molto semplice e moderna, fornita di molte funzioni come il controllo ortografico, la traduzione in oltre settanta lingue e molto altro; inoltre dispone di alcune API per la creazione di piccole estensioni. Roundcube è fornito poi di uno strumento di ricerca, un calendario molto comodo, il tutto ovviamente mobile friendly per chi è sempre in movimento ed utilizza lo smartphone.

Horde

Alternative a Gmail Horde

Horde è un client webmail multilingua, arrivato alla versione 5.0.2 e presenta anche un calendario, note e file manager. È stato sviluppato in PHP, Javascript ed è rilasciato sotto licenza libera GNU LGPL. Horde lo potete trovare anche sui nostri sistemi di hosting e VPS, tramite Pannello Plesk.

Rainloop

Alternative a Gmail Rainloop

Abbiamo poi Rainloop, un sistema webmail con un’interfaccia molto più vicina a quella di Gmail o a qualunque altro sistema di posta moderno. È stato sviluppato con tutte le funzioni che ci si aspetterebbe da una webmail come l’interfaccia a “trascinamento”, l’auto completamento degli indirizzi di posta elettronica, la possibilità di filtrare i messaggi e altre funzioni che si possono installare con l’utilizzo di alcuni plugin.

Si integra poi facilmente con gli account online di Facebook, Twitter, Google e DropBox per un’esperienza più completa; la suite utilizza poi anche messaggi in HTML. Rainloop è scritto principalmente in PHP ed è sotto licenza AGPL.

SquirrelMail

Alternative a Gmail Squirrelmail

Con SquirrelMail arriviamo alla conclusione della nostra piccola lista, questo client webmail non risulta molto potente come Roundcube o la stessa Gmail, però è semplice da installare ed utilizzare. SquirrelMail è nato nel 1999 e il leitmotiv di questo client email è sempre stato il piccolo consumo di risorse sia lato server che lato client. Anche se non presenta un’interfaccia moderna, è un sistema che è stato utilizzato e testato per molti anni ed è quindi una buona scelta per chi desidera un client webmail con pochi fronzoli e che, soprattutto, non gli darà molti problemi nel lato amministrazione. SquirrelMail è scritto in PHP ed è sotto licenza GPL.

Altri webmail

  • Mailspring è una nuova webmail che supporta più account, traduzioni, possibilità di annullare l’invio e altre funzionalità;
  • Cypht, client e-mail leggero e lettore di notizie scritto in PHP, Javascript e concesso in licenza GPL v2. È stato sviluppato dai creatori di HastyMail, un vecchio client di posta elettronica con licenza GPL;
  • Mailpile è un client di posta elettronica HTML 5, scritto in Python e disponibile sotto l’AGPL. Attualmente in via di sviluppo, Mailpile si concentra sulla velocità e sulla privacy;
  • WebMail Lite è un client di posta moderno e minimalista, concesso sotto licenza AGPL e scritto principalmente in PHP;
  • Open WebMail altro email client con licenza GPL che fornisce una gestione efficiente della memoria per le email con file di grandi dimensioni;
  • Kite, client di posta elettronica ormai obsoleto che però era al pari di Gmail.

Se avete qualche servizio da proporre anche voi, scrivetecelo e fatecelo sapere nei commenti: lo scopo è proprio quello di creare una lista di servizi webmail validi ed efficienti rispetto al più famoso Gmail.

Fonte (parziale)

6 Commenti

  1. Luca Spinelli 03/11/2017
    • Fabrizio Leo 03/11/2017
  2. Giovanni Coppola 05/11/2017
    • Michele Bruno 06/11/2017
  3. Cristiano Meneghini 06/11/2017
    • Fabrizio Leo 06/11/2017

Rispondi all'articolo

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.